Kento & The Voodoo Brothers

OBIETTIVO RAGGIUNTO!
5500,00 €

 RACCOLTI
5500,00 € da 72 backers

Kento & The Voodoo Brothers

Rap, blues – Roma

Ho scelto Bandbackers perché è un modo innovativo e interessante per far partecipare la comunità alla produzione di un disco, stabilendo un contatto diretto tra la persona che fa musica e quelle che la supportano. Si sente dire in giro molto spesso che le label tradizionali sono ormai un prodotto del passato: Bandbackers in questo senso potrebbe essere il futuro, anche più del classico crowdfunding, e mi interessa ancora più per la sua filosofia che per il ritorno economico. Continua

Il progetto

Ascolti


Biografia di Kento & the Voodoo Brothers

Francesco “Kento” Carlo è un rapper (ma anche attivista sociale e blogger) di Reggio Calabria.

La sua carriera solista inizia con “Sacco o Vanzetti” (2009), in cui rivendica l’eredità del rap combattente degli anni ’90. Fa parte dei Kalafro, collettivo rap/reggae/folk fortemente legato alla terra di origine, il cui album “Resistenza Sonora” (2011) è passato alla storia come il primo disco “prodotto dalla mafia”, appunto perché finanziato con i proventi dei beni sequestrati ai boss. In questi anni Kento ha avuto modo di accreditarsi come uno dei rapper più maturi e concreti della scena nazionale. Si è esibito in ogni angolo d’Italia ed all’estero e ha collaborato con decine con artisti noti ed emergenti, ma soprattutto ha raccolto intorno a sé il consenso di un pubblico vasto ed eterogeneo. Nel 2014 si è recato in Palestina nell’ambito di Hip Hop Smash The Wall, progetto di collaborazione militante con artisti della Cisgiordania e della Striscia di Gaza. In questa occasione, ha inaugurato il proprio seguitissimo blog sulle pagine del Fatto Quotidiano, dove continua a scrivere di musica, cultura, attualità e politica. Nel frattempo, ha iniziato un lavoro di ricerca sul rapporto tra rap e poesia, che lo vede impegnato come membro del consiglio direttivo della LIPS – Lega Italiana Poetry Slam.

La sua ultima fatica è l’album blues/rap “Radici”, interamente suonato dai Voodoo Brothers, una vera e propria all-star band alla riscoperta della musica afroamericana a partire dal delta blues degli Anni ‘20 fino ai giorni nostri. Radici si è aggiudicato il Premio Cultura Contro le Mafie, ed è stato indicato dalle più importanti testate di settore come uno degli album più belli dell’anno sia nell’ambito Hip-Hop che in quello blues.

Il nuovo album di Kento & The Voodoo Brothers e il primo libro scritto dal rapper usciranno a fine 2016.

 

kento - foto di federico chiesa 2Come un Nas rinato sullo stretto, come un Guccini con il flow” – Internazionale

Suggerimento: se invece di chiamarlo rapper mettessimo Kento alla voce cantautore?” – XL di Repubblica

Un hip hop sofisticato che attinge dal reggae, dal cantautorato italiano, dal rap e dal punk gli spunti creativi per creare qualcosa di diverso per tutto il resto.” – Il Fatto Quotidiano

Un lavoro di spessore notevolissimo, inedito per l’Italia” – Mucchio

La consueta perizia: hip hop storico, cantautorato, slam poetry” – Blow Up

Un raro -se non unico- caso di rap unito al blues più coinvolgente” – Guitar Club

Qualcosa di inaspettato e luminescente” – Alias Il Manifesto

Sonorità esplosive e black, riviste con l’intelligenza di Woody Guthrie” – Buscadero

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmailFacebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmail

Commenti


Utilizziamo i cookie per rendere migliore la tua esperienza di navigazione sul nostro sito. Continuando con la navigazione ne accetti l'utilizzo. Il sito inoltre fa uso di contenuti multimediali di terze parti la cui fruizione necessita del consenso esplicito ai relativi cookie tramite il pulsante 'Accetto'. Leggi l'informativa completa.

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi